fbpx
Seleziona una pagina

Come creare un Media Kit professionale? Questa è una delle domande più ricorrenti a cui molto spesso devo far fronte quando mi ritrovo a chiacchierare per la prima volta con un influencer (o aspirante tale).

Si tratta, infatti, di un argomento poco dibattuto, ma di vitale importanza per tutti coloro che vogliono porsi in maniera efficiente sul web. Sappiamo un po’ tutti quanto sia rilevante fare la differenza in un mondo che brulica di blog e profili Instagram di ogni tipo, ed è per questo che bisogna distinguersi!

In questa guida vedremo insieme come creare un media kit professionale in grado di fare la (vera) differenza.

Che cos’è un Media Kit e perché è importante

Il Social Media Kit non è altro che un Curriculum Vitae, rivisitato in chiave moderna,e dedicato a tutti coloro che si propongono online. Molto spesso viene associato ad un’azienda, ad un sito o blog o ad una pagina social.

E’composto da una serie di informazioni utili, quali la vision, la storia, la panoramica degli obiettivi e una serie di dati che mostrano l’andamento di un determinato business nel tempo.

La sua particolare importanza ricade nel momento in cui un soggetto esterno deve valutare la possibilità di una collaborazione e del ritorno del suo investimento.

Potrebbe interessarti anche: Ovs People: la mia esperienza

Perché dovresti creare un media kit

Così come per il classico Cv, dovresti pensare al media kit come un biglietto da visita e/o uno strumento per vendere ciò che fai. Consiglio sempre alle mie studentesse di inserire ogni dato possibile che possa stupire i probabili investitori e di usare sempre tanta trasparenza quando si parla di risultati e vanity metrics.

Dall’altra parte ci sarà quasi sicuramente un esperto capace di valutare attentamente i dettagli e, per non rischiare di esser inseriti nella lista nera dei collaboratori, risulta più efficace esser chiari fin da subito.

Come realizzare un Media Kit?

Per creare un media kit professionale bisogna tener conto di due variabili fondamentali: la parte grafica e quella testuale.

Per quanto riguarda i testi, gli elementi da non dimenticare, sono:

  • Sezione ”About me”: si tratta di un paio di righe dedicate esclusivamente alla storia del portale, del sito o dell’autore dell’autore del blog. Molto importante inserire i contatti utili, quali: email, telefono, indirizzo, contatto Skype e relative pagine social;
  • Statistiche: le statistiche rappresentano la parte più importante di ogni media kit che si rispetti. In questa divisione bisogna mostrare i propri numeri e le proprie carte vincenti. Le principali metriche da ricordare per i blog, sono: le visite, i visitatori unici,le pagine viste, i dati demografici dell’utenza, e le principali sorgenti di traffico. Se il tuo core business è rappresentato da un profilo Facebook, Instagram o Youtube, devi inserire direttamente i dati relativi al tuo canale principale;
  • Canali social: Dopo aver riportato tutte le statistiche utili è bene sottolineare quelli che sono i principali canali collegati al blog e la relativa utenza. Per ogni social network è sempre utile inserire tutte le relative insight e l’indicazione della tipologia di post maggiormente apprezzato dalla community;
  • Portfolio collaborazioni: Ricopre particolare importanza anche il portfolio delle collaborazioni precedentemente portate a termine. Queste si rivelano particolarmente utili per dare un esempio del proprio operato e dei risultati che i precedenti clienti hanno raggiunto;
  • Elenco dei servizi: Per ultimo, ma non per importanza, c’è l’elenco dei servizi offerti. In questa sezione è bene inserire tutto ciò che si può offrire e i relativi prezzi e/o pacchetti promozionali proposti.

Template grafici con Canva

Una volta studiati i testi passiamo alla parte visuale e, quindi, alla grafica. Non bisogna essere necessariamente degli esperti per creare un media kit professionale e allettante, basta solo utilizzare i giusti strumenti facilmente reperibili online.

Uno dei miei preferiti è indubbiamente Canva, un sito Internet che permette di creare e personalizzare layout di ogni genere e tipologia.

All’interno della libreria dei contenuti sono disponibili una serie di bozzetti grafici da poter personalizzare a proprio piacimento aggiungendo logo, immagini e tavolozza di colori.

P.S. Ho creato un Calendario Social per il 2020 con 365 consigli e idee per i post da pubblicare sui tuoi canali social aziendali e personali. Scoprilo qui e scarica la tua copia!

CALENDARIO SOCIAL 2020

[mailmunch-form id=”497654″]